La stanza PerDormire

Non ricordi i sogni? Allenati a svuotare la mente

  • 29 Settembre 2019

Quarto e ultimo appuntamento con la psicoterapeuta e giornalista Katia Vignoli alla scoperta dell’universo onirico.

Molte persone lamentano di non ricordare mai i propri sogni. Questa incapacità ingenera spesso frustrazione o fastidio, come se loro fosse precluso un accesso che ad altri invece è dato.

Se succede anche a te, è possibile che a inibire il ricordo del sogno sia una mente troppo piena di pensieri. Non è detto che ciò coincida per forza con un periodo stressante; spesso a riempire la mente sono anche pensieri inutili, costanti, una sorta di chiacchiericcio mentale che non conosce sosta.

Allenati allora, più volte al giorno, a “svuotare” la mente: immagina che il pensiero che hai in testa sia come una pallina che rimbalza; se tu non lo alimenti, la pallina a un certo punto si fermerà.

Una mente vuota, una mente silenziosa, è il terreno ideale per ospitare il sogno e conservare un suo residuo anche quando il sogno sarà svanito. All’inizio ricorderai un’immagine forse sfuocata, ma insisti e vedrai che continuando ad allenarti al silenzio mentale, i sogni ti saranno restituiti.

I pensieri, soprattutto quando rimuginano, costruiscono trame dalla maglia cosi stretta che il sogno fatica ad entrarci. Non è un caso che, anche chi fatica a ricordarli, abbia memoria solo di sogni legati a fatti dolorosi della propria vita, per esempio la morte di una persona cara o un evento traumatico: sono contenuti talmente “forti” da imporsi anche ai pensieri più fitti. Ma il sogno ha un repertorio molto, molto più vasto e vale la pena poterne godere!

Più ti alleni, più si creerà silenzio nella mente: e finalmente il sogno potrà dirti la sua!

LASCIA UN COMMENTO

POST CORRELATI