La stanza PerDormire

Come riuscire a dormire in poco tempo: 4 regole d’oro

  • 4 Agosto 2017
donna che dorme rilassata sul proprio letto. Scopri le quattro regole su come riuscire a dormire in poco tempo

Per alcuni addormentarsi è un problema spiacevole ed irritante a cui sembra non esserci soluzione. Tuttavia il rimedio esiste, anzi ce ne sono molti e alcuni sono infallibili. Scoprite come riuscire a dormire in poco tempo con la nostra lista: quattro regole per aiutarvi a prendere sonno facilmente.

1. Mettetevi a letto solo se avete sonno

Come riuscire a dormire facilmente addormentandosi in poco tempo? La prima soluzione è andare a letto solamente se si è davvero assonnati. Questa tecnica aiuta chi soffre di disturbi del sonno, perché sposta l’attenzione dall’orario ai bisogni del singolo.

Un metodo per capire quanto si è stanchi e pronti per andare a dormire è la scala del sonno, una metrica inventata dall’Università di Stanford per individuare la stanchezza di una persona. Grazie a questa tecnica è possibile valutare da 1 a 7 il livello di sonno. Il valore 1 sta per pieno di energia, mentre il numero 7 corrisponde a quasi addormentato con occhi chiusi

Mettendovi a letto solamente quando siete realmente assonnati permette al vostro organismo di creare un proprio ritmo di sonno/veglia. Il corpo necessita di regolarità, che pian piano andrete a costruire per migliorare il riposo e il quotidiano in generale.

2. Non sforzatevi, è inutile

È passata mezz’ora da quando vi siete coricati e Morfeo non è ancora arrivato, come comportarsi? Non rimanete a letto sperando di addormentarvi, al contrario prendetevi una pausa e andate in un’altra stanza. Occupate il tempo in un altro modo, ad esempio leggendo o comunque preferendo sempre attività rilassanti.

In queste situazioni spostarsi in un’altra stanza permette di associare un momento attivo ad una zona che non sia la camera da letto. Si tratta di convincere il nostro cervello a pensare al letto come luogo esclusivamente dedicato al riposo.

3. Evitate attività sport e tecnologia

Smartphone, tablet e comuper tendono a svegliare la mente e sono perciò da evitare, tanto quanto la tradizionale conta delle pecore. Il rimedio della nonna infatti non è molto d’aiuto: contare stimola il cervello rendendolo attivo e ricettivo.

Anche lo sport può rivelarsi un boomerang. Seppure in molti consigliano di fare esercizio per stancarsi, è meglio non cimentarsi in imprese fisiche. L’adrenalina rilasciata durante lo sport non facilita il rilassamento muscolare e celebrale e ha come risultato una notte in bianco.

Lo conferma anche il personal trainer Luca Zaina, personal trainer dei Rolling Dreamers: “sono necessarie almeno 4 ore per smaltire adrenalina ed endorfine, favorendo un sonno più sereno”.

Scopri di più sul riposo degli sportivi

4. Rilassatevi, la giornata è finita

Lo yoga è un alleato fondamentale per scoprire come riuscire a dormire in poco tempo. È un’attività che aiuta a migliorare il livello di stress e fatica accumulato nella giornata, scacciando il nervosismo. Esistono degli esercizi appositi per il rilassamento muscolare, soprattutto di tratti tensivi come collo, spalle, schiena e addome. Createvi una routine serale in cui dedicate 15 minuti di tempo allo yoga o alla respirazione.

Un trucco per addormentarsi facilmente è il rilassamento della mandibola. Questo muscolo è sempre in tensione perché si oppone alla forza di gravità. Datele sollievo aprendo la bocca e lasciandola socchiusa. La regola è labbra unite, denti separati.

 

A letto solo se stanchi e rilassati, senza sforzi né adrenalina in circolo: la strategia per addormentarsi più facilmente. Vi sono piaciute le nostre regole d’oro? Raccontateci nei commenti i vostri trucchi su come riuscire a dormire in poco tempo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

POST CORRELATI