La stanza PerDormire

La qualità del sonno dipende da diversi fattori tutti interconnessi tra loro, compresa la scelta del cuscino. Durante il riposo testa, spalle e collo, così come ogni altra parte del corpo necessita del giusto sostegno. È importante distribuire in modo corretto la pressione corporea in modo da scongiurare tensioni e indolenzimento. Il rischio, infatti, è quello di ritrovarsi con fastidiose contratture e addirittura cefalee che partono dal tratto cervicale.

How to: come scegliere il materasso PerDormire bene

Un cuscino per ogni esigenza

Esistono tanti guanciali quante sono le esigenze di riposo. Conformazione fisica, posizione prediletta durante il sonno, abitudini di riposo sono gli elementi da tenere in considerazione prima dell’acquisto.

  • Se dormiamo prevalentemente a pancia in su (posizione supina), è indicato un cuscino di un’altezza compresa tra i 12 e i 18 centimetri. Tale valore varia in base alla corporatura: se esile, è indicato optare per il valore minimo. Contrariamente si può salire di altezza. Per un sostegno ottimale, è perfetto il modello ad altezza differenziata. Si tratta del cuscino cervicale, più alto dove poggia il collo e più basso in corrispondenza della testa.
  • Dormendo prevalentemente sul fianco, le vertebre cervicali devono essere in linea con il resto della spina dorsale. Il guanciale favorisce tale condizione andando a colmare lo spazio tra collo e spalla. L’ideale, quindi, è provare più cuscini fino a trovare quello che meglio si adatta al proprio corpo. In generale è più indicata la forma a saponetta.
  • La posizione a pancia in giù (posizione prona) è sconsigliata. Se proprio non se ne riesce a fare a meno, il guanciale deve avere un’altezza ridotta al minimo, tra i 9 e i 12 centimetri e una forma a saponetta.

La sostanza del benessere

Rispetto al passato il cuscino ha acquisito una valenza maggiore. La ricerca è progredita al punto di sviluppare materiali sempre nuovi e ancora più in grado di offrire un comfort di riposo ottimale garantendo igiene e salubrità. Accanto alla piuma e alla fibra di poliestere, troviamo oggi la schiuma di lattice e il memory foam.

  • Il memory foam ha il valore aggiunto di cedere lentamente senza nessuna pressione contraria; sostiene la colonna vertebrale in maniera corretta ed è antibatterico e anallergico. Si tratta di un materiale particolarmente resistente, in grado di mantenere inalterate le proprie caratteristiche a lungo nel tempo.
  • Il lattice è un materiale naturale, si estrae dalla pianta Hevea Brasiliensis. Le sue peculiarità sono l’elevata elasticità e la capacità di adattarsi punto per punto a ogni posizione del corpo offrendo un sostegno ottimale.

A questi si possono aggiungere inserti dalla speciale conformazione massaggiante oppure realizzati con materiali capaci di mantenere costante la propria temperatura assorbendo il calore in eccesso.

Un ulteriore passo in avanti nella direzione del comfort ottimale è rappresentato dalla combinazione tra loro di memory foam e schiuma di lattice o della densità e quindi rigidità di uno soltanto. La risultante è un prodotto in grado di adattarsi in maniera dinamica alle abitudini di riposo per due livelli di sostegno integrati in un solo guanciale.

La federa: protezione immancabile

Un buon cuscino di per sé dura a lungo nel tempo. Per preservarne ulteriormente le proprietà e proteggerlo dal contatto con polvere, sebo e cellule morte, è fondamentale l’impiego di un copriguanciale e di una federa. Il primo sta a diretto contatto con il guanciale ed entrambi vanno sostituiti almeno ogni due settimane. Per il massimo del comfort, sono da preferire i tessuti naturali, come cotone, lino e seta.

 

Rivolgendosi a rivenditori specializzati si ha la sicurezza di non sbagliare. Presso i punti vendita PerDormire troverete personale attentamente formato in grado di assistervi e consigliarvi nella scelta del guanciale più adatto a voi.

LASCIA UN COMMENTO

POST CORRELATI