La stanza PerDormire

Il sogno ricorrente è un messaggio in attesa di risposta

  • 28 Settembre 2019

Oggi insieme alla psicoterapeuta e giornalista Katia Vignoli scopriamo la funzione dei sogni ricorrenti.

Succede spesso di avere un sogno che torna a farci visita notte dopo notte. I sogni ricorrenti sono un fenomeno che accomuna tantissimi soggetti anche diversissimi tra loro, ciò a riprova del fatto che è indipendente dalla nostra volontà e dal percepito diurno. Volare in uno spazio aperto, nuotare sott’acqua, ritrovarsi in un paesaggio sconosciuto: ciascuno rivive eventi diversissimi aventi tutti i proprio significato. Non solo luoghi misteriosi, ma anche eventi passati e segnanti. Un sogno ricorrente per molti è quello che porta a rivivere l’esame di maturità o un episodio saliente della propria esistenza. Capita anche di incontrare lo stesso animale o lo stesso strano individuo, chissà se un vecchio con la barba o una donna dal volto misterioso.

Col sogno ricorrente, l’inconscio ci rimanda lo stesso messaggio che, anche se arrivato a destinazione, non è stato ancora letto. L’inconscio non si stanca, ce lo invia ancora, finché ne cogliamo il senso. E proprio il significato del sogno è la parte più interessante di tutta l’esperienza; non basta, però, a comprenderne il significato, è importante sbloccare ciò scatena la sua ricorrenza. L’inconscio, infatti, segnalandoci qualcosa, continua a rimandarci il suo suggerimento finché lo mettiamo in atto.  Il sogno ricorrente può anche testimoniare una paura non ancora vinta, un desiderio non ancora realizzato, un bisogno non ancora esaudito: tutti “sospesi” che chiedono di esser considerati per poter procedere senza ingombri. A quel punto, e solo allora, quel sogno ricorrente smetterà di venirci a visitare, perché il suo compito si è esaurito e potremo tornare a esplorare nuovi universi onirici del tutto nuovi e inaspettati.

Vi sono tanti modi per interpretare e comprendere appieno il significato dei sogni più ricorrenti. I più semplici e “comuni” sono oggetto di numerosi testi letterari. Questo tuttavia può essere un primo approccio propedeutico all’approfondimento mediante il supporto di un percorso di psicoterapia volto a riconoscere, decodificare, accettare e agire di conseguenza. Non dimentichiamo che la mente, come qualsiasi altra parte del nostro corpo, necessita di cure e attenzioni e che un sogno ricorrente rappresenta il sintomo di qualcosa che ci tiene ancorati a esso e che in qualche modo non ci permette di evolvere e superare le difficoltà più recondite. È buona cosa tener conto del sogno ricorrente: non è il “solito” sogno, da liquidare come cosa già vista. Al contrario: è qualcosa di cui non ci curiamo per superficialità o distrazione, e che invece chiede l’attenzione che merita.

I rituali della buona notte sono un valido alleato nel garantire la qualità del sonno e anche dell’inconscio. Scopri i prodotti che aiutano nell’addormentamento stimolando e coccolando i sensi e che monitorano il riposo.

Non ricordi i sogni? Allenati a svuotare la mente

POST CORRELATI