La stanza PerDormire

Benessere a colori

Sé è vero che trascorriamo un terzo della nostra vita, allora la camera da letto è la stanza dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, seppur gran parte dormendo. Vero è, però che il riposo riveste un ruolo fondamentale nel decretare il nostro benessere. Nel momento in cui ci addormentiamo, abbandoniamo i nostri sensi in cerca di assoluto relax, lontano da stimoli fastidiosi. I colori in questa fase della giornata possono aiutarci a raggiungere lo stato di benessere il più velocemente possibile. Sappiamo, infatti, che ogni colore ha il potere di influenzare il nostro umore.

Cromoterapia

È risaputo che i colori possiedono valenza energetica, oltre che simbolica. Il rosso da sempre è considerato energetico, mentre il verde è il suo complementare in quanto è immediatamente messo a fuoco dal cristallino sulla retina e per questo non affatica la vista. Il blu induce uno stato di calma e il suo complementare arancione stimola la gaiezza. Insomma, ogni colore ci fa sentire in un certo modo, motivo per il quale è bene non scegliere a caso quando si tratta di decorare la camera da letto.

Una casa più bella con la carta da parati

Armonia con il contesto

Gli elementi già presenti nell’ambiente gioco forza influenzano nella scelta di quelli che verranno in seguito. La pavimentazione è decisiva nel definire lo stile e le tonalità di una camera da letto. È bene puntare a un equilibrio cromatico in modo da non generare confusione. Se la pavimentazione è molto scura, è preferibile prediligere toni chiari per le pareti, in modo da ripristinare la necessaria luminosità della stanza, specialmente se questa è esposta a nord.

Il grigio dei pavimenti in pietra è un colore neutro che lascia spazio a infinite interpretazioni, mentre il cotto (meno frequente in camera da letto), può essere vivacizzato da colori come il giallo o l’arancione. Il legno del parquet varia di colore in base alle essenze utilizzate, ma in generale è armonizzato dal rosso. Infine, pavimentazioni chiare si sposano con tonalità pastello.

A ciascun stile il suo colore

Se lo stile della camera da letto è pressoché definito, allora non ci resta che adeguarci per la scelta dei colori delle pareti. A questo proposito, uno stile scandinavo – molto di tendenza ultimamente – si caratterizza per l’impiego di toni neutri e chiari che è bene riprendere in ogni elemento della stanza. Lo shabby chic è sinonimo di tinte pastello, come il cipria, il verde acqua e l’azzurro carta da zucchero. Lo stile nordico predilige i contrasti tra chiaro scuro. Una camera da letto contemporanea, infine, è armonizzata da accenni di colore, come il giallo o il verde, su una sola parete.

Stile urban in camera da letto

LASCIA UN COMMENTO

POST CORRELATI