La stanza PerDormire

Piante aromatiche per dormire bene

Le piante aromatiche possono essere di grande aiuto per incrementare la qualità del sonno. Secondo i principi dell’aromaterapia, le essenze hanno la capacità di stimolare i nostri sensi infondendo benessere. Si può ricorrere all’uso di oli essenziali da applicare sulla pelle nei punti dove il corpo sprigiona maggiore calore. Altre applicazioni dell’aromaterapia sono i bagni aromatici con sali profumati oppure gli incensi i cui fumi diffondo in casa piacevoli fragranze. Esistono, poi, piante in grado di favorire il riposo grazie al loro alto potere aromatico. Basta quindi collocarle in vaso e tenerle vicine al letto per poterne apprezzare i loro benefici. Si tratta di piante aromatiche semplici da coltivare in casa e anche molto belle da vedere, quindi adatte anche per un uso decorativo.

Lavanda amica dei sensi

Da sempre la lavanda è apprezzata per il suo effetto rilassante. I suoi fiori essiccati sono raccolti in sacchettini che possono essere posti nei cassetti della biancheria e negli armadi per profumare i tessili di tutta la famiglia. La pianta di lavanda, con il suo tipico colore violaceo – talmente iconico da essersi guadagnato un posto nella tavolozza Pantone – è perfetta per decorare gli interior della zona notte con un tocco shabby chic.

La sua coltivazione è alla portata di tutti, anche di chi non ha il pollice verde. Si può tenere in vaso con terriccio universale superiore e sotto uno strato di sabbia e ghiaia per drenare l’umidità. La lavanda richiede molta luce, quindi è bene collocarla in un angolo ben illuminato; non ha bisogno, invece, di particolari accorgimenti per l’annaffiatura. È sufficiente aggiungere un bicchiere d’acqua quando il terriccio risulta asciutto.

 

Piante da interno: 5 idee per la camera

 

Gelsomino: note di relax

Il profumo inconfondibile del Gelsomino è l’antidoto allo stress. Si tratta, infatti, di una fragranza nota per il suo potere calmante che in più si sprigiona di notte rendendo la pianta perfetta per la camera da letto. Il gelsomino si coltiva nel terriccio standard in un vaso basso, stretto e lungo dotato di un piccolo supporto per la crescita delle fronde. Il gelsomino, infatti, è rampicante. Può essere l’ideale per decorare una porzione di parete della camera da letto con in più i benefici dell’aromaterapia. Basta posizionarlo in un punto della stanza che garantisca una buona esposizione solare per vederla crescere e fiorire. L’innaffiatura non deve essere frequente. Basta un poco d’acqua un paio di volte a settimana, badando a non esagerare nella quantità poiché i ristagni e l’umidità possono danneggiare le radici.

 

Menta, un’insolita alleata contro lo stress

La menta piperita è universalmente riconosciuta per il suo sapore fresco e stimolante. Forse non tutti sanno che nell’aromaterapia la menta è indicata come rimedio contro lo stress. Inoltre, il mentolo è considerato un toccasana per donare refrigerio nelle calde notti estive.

Il bello della menta è che, tra le piante aromatiche, è quella che meglio si adatta a ogni clima. È, quindi facilissima da coltivare in casa. Se la camera da letto è particolarmente calda e asciutta, le sue foglie saranno ancora più odorose. La crescita della menta, anche in vaso, è veloce e rapida. Utilizzate un contenitore in terracotta di medie dimensioni. L’innaffiatura deve essere regolare così da mantenere il terreno costantemente umido. Le foglie, invece, devono restare sempre asciutte.

LASCIA UN COMMENTO

POST CORRELATI